Category: PC (Hardware-Software)


La Scheda Madre, conosciuta anche come Motherboard è una parte fondamentale del PC, in quanto è composta da tutta una serie di circuiti elettronici costruiti secondo precise regole, al fine di collegare diverse componenti interne.

Qui di seguito viene fornita una descrizione riassuntiva delle diverse componenti della scheda madre.

COMPOSIZIONE:

  • CPU Socket: è uno “zoccolo” che accogliela CPU.
  • ROM: contiene il BIOS della scheda madre. Le sue funzioni sono essenzialmente tre: eseguire il controllo dell’hardware all’accensione, caricare il sistema operativo e mettere a disposizione di questi alcune routine software per il controllo dell’hardware stesso.
  • Northbridge: un circuito integrato che connette il processore con la memoria RAM e con i bus di espansione principali.
  • Southbridge: è un circuito connesso al Northbridge tramite il bus di espansione e gestisce le porte seriali e parallele, l’interfaccia per la tastiera e il mouse, l’interfaccia Ethernet e le porte USB.
  • Batteria al litio: in grado di alimentare per anni l’orologio di sistema e una piccola quantità di memoria RAM in cui il BIOS memorizza alcuni parametri di configurazione dell’hardware.
  • Gli slot d’alloggiamento della Memoria RAM.
  • I bus di espansione: permette di collegare alla scheda madre delle altre schede di espansione alloggiate su connettori (slot), che ne estendono le capacità (schede video, schede audio, schede parallele ecc.)

(Andrea)

Annunci

 

Image

Certamente chi ama leggere o gli interessa semplicemente acquistare un libro prima di comprarlo è interessato a vedere come è fatto al suo interno, poterlo sfogliare e valutarne la qualità, ma se non avete il tempo di andare in bliblioteca per i più svariati motivi ci pensa google ad aiutarvi, dandovi la possibilità di visualizzarli mediante il vostro browser su Google Books.

Ora se volete scaricare il file in pdf contenente le pagine che visualizzate tramite il browser per alcuni libri è possibile farlo direttamente dal sito altre volte purtroppo google ci impedisce quest’operazione ma noi lo facciamo lo stesso…

Come?

Con Google Books Downloader 2.0 scaricabile gratuitamente sia per Mac che per Win da qui.

 Image

Una volta salvato sul vostro hard disk è necessario avviarlo per poi inserire l’url della pagina internet (1), in che estensione volete salvare il file sul vostro hard disk il libro (2), la risoluzione con cui scaricare le pagine (3), in che directory del vostro hd salvare il file (4) infine premere start (5) ed attendere che il download termini.

Buon PDF a tutti.

(gughi)

Il software può essere definito come l’elemento opposto all’hardware che lo completa. Può essere un programma o un insieme di programmi in grado di svolgere alcune funzioni necessarie all’utente per facilitarne il lavoro. Queste funzioni sono molteplici e variano a seconda del software, da quello più elementare relativo alla scrittura (Microsoft Word) fino a tipologie più complesse per la gestione di uffici o aziende.

Un software viene normalmente realizzato utilizzando uno o più linguaggi di programmazione, se però il progetto è troppo complesso, il programma verrà diviso in più parti al fine di una programmazione più specifica e dettagliata da parte di diversi programmatori (esempio Microsoft Office).

Prima di tutto, però, è necessario dividere i software in due categorie principali:

Software di base (sistema operativo)

Esso funziona da base di appoggio per gli altri software, che però dovranno essere progettati per quel particolare sistema operativo, o non verranno riconosciuti.

In modo più preciso, il sistema operativo, è un insieme di subroutine (codici per decifrare il linguaggio della macchina) e strutture dati responsabili del controllo e della gestione delle componenti hardware che costituiscono un computer. In realtà il compito principale è quello di permettere all’utente di interagire direttamente con la macchina.

L’esemplare più famoso, ma anche il più vecchio, è senz’altro il MS-DOS di Microsoft (oggi non più in uso).

Al giorno d’oggi si parla di sistemi operativi con licenza a pagamento come Windows XP/Vista/Seven, ma anche di altri sistemi definiti a software libero come Linux.

Software applicativi

Essi comprendono tutto quel gruppo di programmi necessari all’utente per svolgere le sue principali attività: Office, Photoshop, Media Player e molti altri di vario genere.

Ovviamente, questo tipo di software è classificabile ulteriormente in altre sotto categorie che dipendono dal tipo di uso che ne viene fatto. Per esempio, negli uffici pubblici, sono utilizzati programmi Siscom o Sintecop, che facilitano il lavoro dell’impiegato nella gestione e organizzazione del suo lavoro (anagrafe, contabilità ecc.).

 

(Andrea)

Sembra strano a sentirlo dire ma è così: stiamo parlando di CPU a 16 core.

Prima di procedere ad analizzare questo processore soffermiamoci un attimo a spiegare di cosa si sta parlando.

Il termine Multi core si usa per definire una CPU composta da tre o più core, ovvero da più processori montati sullo stesso package.

I nuovi processori AMD Opteron sono della serie 6200 e 4200, rispettivamente identificate dai nomi in codice di Interlagos e Valencia, le quali riprendono le caratteristiche architetturali Bulldozer.

La struttura di base è quindi molto simile alle precedenti generazioni di processori ad architettura Opteron oltre che alle architetture Core di casa Intel.

Il design dell’architettura Bulldozer, in particolare, è stato sviluppato tenendo conto di alcune specifiche esigenze del mondo enterprise. Quindi, si può spiegare il perché questi nuovi prodotti non abbiano elevati obbiettivi sia rispetto alla concorrenza Intel, sia alla precedente generazione di architetture Opteron.

Anche se AMD ha cambiato l’architettura delle CPU, ha preferito mantenere invariata la base hardware da abbinare ai nuovi processori: troviamo quindi piattaforme compatibili con diversi socket. Quindi, la grande novità, che porta a prediligere l’adozione di componenti AMD, è il risparmio: si ha la possibilità di aggiornare i propri server basati su soluzioni Opteron, di precedente generazione, con le nuove CPU semplicemente con un aggiornamento del bios. Inoltre, si ha anche una notevole riduzione del tempo necessario ai vari partner per rendere disponibili sul mercato i componenti compatibili per queste CPU.

La decisione di AMD, pertanto, è stata quella di sviluppare con un’architettura che permetta di avere a disposizione un elevato numero di core, senza modificare la tipologia della piattaforma utilizzata e cercando di produrre versioni di processori che riescano ad abbinare un elevato numero di core con un minimo livello di consumo.

Operando in questo modo AMD propone architetture sino a 4 socket, che non utilizzano versioni di processori specifiche, ma le stesse della famiglia Opteron 6200 per sistemi a 2 socket.

Il grande guadagno dei partner di AMD è quello di poter avere a disposizione sistemi server che integrino 4 processori ciascuno a 16 core, diminuendo ulteriormente i costi.

 

(Andrea)

IL PROCESSORE

Viene anche chiamato come CPU (central processing unit, cioè unità centrale di elaborazione).

Il suo compito è quello di leggere i dati dalla memoria ed eseguirne le istruzioni in base al programma o all’eventuale file in esecuzione. La velocità di recupero di queste informazioni dipende dalle prestazioni del processore, ma anche delle altre componenti, come ad esempio il tipo di memoria, la compatibilità con la scheda madre e altri ancora.

Il 2010 è considerato come l’anno del lancio dei nuovi processori Intel Core serie I.

La nuova generazione di processori è suddivisa, in ordine di prestazioni, 3 grandi famiglie:
I3 – I5 – I7 ognuna delle quali con diversificazioni di prodotto identificato da sigla numerica.

Vediamo con più dettaglio quali sono alcune caratteristiche e peculiarità di questa nuova generazione di processori.

    1. Compatibilità con Socket 1156 LGA:Il Socket, detto anche zoccolo, è una tipologia di connettore utilizzata nelle schede madri per collegare la CPU al resto del PC. È formato da un determinato numero di fori che sono presenti in corrispondenza dei pin (piedini) del microprocessore.Il Socket LGA 1156 è un prodotto Intel, nato come evoluzione del precedente Socket 775 che era stato introdotto con i processori Pentium 4 e utilizzato poi anche per le successive CPU.
    2. Tecnologia produttiva a 32 nanometri
    3. Architettura dual-core, quad-core fino a sei core:Brevemente si può dire che all’interno di ogni processore sono inseriti rispettivamente 2, 4 e 6 microproccessori.
    4. Integrazione sullo stesso package della CPU anche di una GPU (processore grafico)Per gli appassionati di questo argomento li invito a visitare questo sito.

 

Confronto tra le CPU della Serie I:

Le differenze tra processori Core i7 e Core i5, dal punto di vista architetturale, riguardano il numero massimo di processi che possono avvenire contemporaneamente: 8 nel primo caso, 4 nel secondo. I processori Core i5 possiedono un’architettura dual oppure quad core: nel primo caso saranno dotati di tecnologia HyperThreading (permette di eseguire in parallelo fino a due threads per core), assente invece nel secondo caso.

Passando alle CPU Core i3 troviamo architettura simile a quella delle soluzioni Core i5, con la principale differenza data dall’assenza della tecnologia Turbo Mode, che promette un più equo sfruttamento delle prestazioni di calcolo a favore del risparmio energetico e della dissipazione di calore, e quindi uno alleggerimento della bolletta elettrica.

(Andrea)

Prima di iniziare a parlare di argomenti più specifici dell’hardware è necessario dare alcune definizioni.

La parola Computer, proveniente dalla lingua inglese, in italiano significa calcolatore (elaboratore). Ormai è diventato lo strumento attorno al quale ruota la nostra società moderna. Dalla nascita della struttura più elementare, in seguito si sono sviluppati molti tipi di computer, costruiti e specializzati per vari compiti.

Il più famoso esempio è quello del Personal Computer (abbreviato in PC).

Importante è l’aggettivo Personale, il quale indica la sua appartenenza ad una persona che decide come utilizzarlo e per quali scopi.

Ora che abbiamo dato velocemente qualche definizione, possiamo iniziare a parlare di come si può personalizzare un proprio PC, variando le sue prestazioni e funzioni di base.

Ecco, quindi, che grazie a queste poche informazioni di base possiamo iniziamo a parlare di Hardware, cioè l’insieme di tutte le componenti fisiche del computer.

(Andrea)

Ciao a tutti! Benvenuti su InformaniacsItalia! 🙂

Il sito sarà presto strutturato in sezioni per organizzare al meglio il materiale che metteremo a disposizione.
Cosa vi offriamo? Guide, spiegazioni,  supporto online, discussioni, e tutorial per tutto ciò che noi giovani possiamo fare con un PC.

Qualche esempio:
Guide e tutorial che insegnino come manipolare una foto con Photoshop,  ottenere i permessi di root su Android e installare custom ROM,  Jailbreakare un iPhone,  sostituire parti hardware di un pc quali CPU,RAM, eseguire operazioni di Overclocking.

Insomma, se ci seguirete, il computer non avrà più segreti da riservarvi 😉