Tag Archive: ram


In questo articolo vi vogliamo insegnare i concetti base che bisogna conoscere per poter assemblare/disassemblare un computer desktop (fisso). Come complemento abbiamo realizzato un video per  mostrare ciò che esponiamo teoricamente in questo articolo.

N.B: ovviamente potrebbero esserci piccole differenze da macchina a macchina, ma noi facciamo riferimento alla generica struttura di un personal computer. In ogni caso suggeriamo di operare solo se ci si sente sicuri, e non sarebbe male esercitarsi su una macchina vecchia. L’assemblaggio è un’operazione molto dedicata, se non eseguita bene, i risultati sono facili da immaginare 😉

Possiamo individuare dei componenti principali all’interno di un PC:
motherboard;
processore;
dissipatore;
scheda video;
RAM;
hard disk;
lettore floppy disk;
lettore CD-DVD;
case;
(tutti i link rimandano a wikipedia: prima di toccare un componente è bene sapere a cosa serve!)

Le procedure di assemblaggio e di disassemblaggio si rispecchiano simmetricamente, quindi ci soffermeremo solo su quella di disassemblaggio, rimandando al video la spiegazione (visiva) del procedimento inverso. Siamo fiduciosi che chiunque sia riuscito a smontare con successo tutti i componenti di un PC riesca a reinserirli dove li ha tolti. A tale fine si consiglia di segnarsi la giusta posizione di alcune parti, mentre le si rimuove, per poter riportare perfettamente la macchina allo stato iniziale.

PROCEDURA DI ASSEMBLAGGIO:

Genericamente non c’è preferenza nell’ordine col quale si smontano i vari componenti, quindi vedete voi come vi viene più comodo operare, rimuovendo per prime le parti più ingombranti. Noi facciamo riferimento all’ordine seguito nel nostro video immaginando però di avere di fronte il nostro PC aperto, cioè al contrario rispetto al punto di vista del video. Munitevi di un buon cacciavite e si parte!

Per prima cosa cerchiamo, dietro alla nostra macchina il tasto on/off e togliamole alimentazione, portando il pulsante sullo 0. Rimuoviamo tutti i cavi e portiamo il computer in una zona ben illuminata.

Ci troviamo di fronte al nostro case, il quale va aperto dopo aver rimosso le chiusure presenti sul retro del pc (siano esse viti o semplici agganci meccanici).

Ora possiamo guardare dentro alla “pancia” del nostro computer! Lo scenario è simile alla fotoriportata sopra e si possono già riconoscere alcuni componenti. Rimuoviamo uno dei componenti più ingombranti, la scheda grafica, facendo attenzione ad eventuali agganci col retro del pc.

Scolleghiamo quindi tutte le  alimentazioni delle altre periferiche (i cavi nero-giallo-rossi) per poter rimuovere l’alimentatore, cioè la “scatoletta” situata in alto a sinistra. Ricordiamo che anche questa sarà avvitata al case.

Ora un compito facile, togliamo il blocco (o i blocchi) di memoria RAM dal loro semplice supporto ad incastro.

Svitiamo quindi con pazienza tutte le periferiche situate nella parte frontale del case. Rimuoviamo i cavi che le collegano alla motherboard e procediamo a rimuovere in serie Hard Disk, lettore Floppy Disk, lettore CD-DVD.

E’ il momento della parte più delicata (e suggerirei facoltativa se qualcuno non se la sentisse), sganciamo dalla motherboard il dissipatore. Ora possiamo osservare la CPU! Il cuore del nostro pc giace su un supporto detto socket e potrebbe essere ricoperto da uno strato di pasta termica (che facilmente vi macchierà le mani). Rimuovere, magari con l’aiuto del cacciavite, il processore. Mi raccomando se lo togliete, trattatelo con le dovute precauzioni, è molto fragile e costa come il resto dei componenti messi assieme!

Infine, se lo si desidera, scollegare gli ultimi cavi rimanenti, che dovrebbero essere quelli del front panel cioè le alimentazioni dei tasti di accensione e reset.

Se avete seguito questa guida correttamente, di tutta la nostra macchina dovrebbero ora rimanete soltanto il case e la motherboard. Noi ci fermiamo qui ma nessuno vi vieta di rimuovere anche questa.

Vi auguriamo di avere successo nel ri-assemblare ciò che ora avete smontato, magari con l’ausilio della nostra video-guida che qui riportiamo:

p.s. Per l’approfondimento sui singoli componenti vi rimandiamo ai seguenti articoli, pubblicati sul nostro blog:
1. Scheda video
2. Memorie RAM
3. Motherboard

Buon lavoro!

Alessandro Raso & Guglielmino Rat

Grande evoluzione per i sistemi server grazie alle memorie DDR4.

Secondo le anticipazioni date dal sito VR-Zone, il debutto di queste nuove memorie sarà previsto per l’anno 2014.

Le memorie DDR4 porteranno vari benefici sia in termini di riduzione dei consumi, grazie all’alimentazione a 1.2V, sia riguardo una migliore gestione della protezione dei dati e della correzione di errori. Altri vantaggi riguardano alcuni incrementi nella frequenza di clock e quindi nelle prestazioni.

Di pari passo con l’evoluzione delle memorie dovrà esserci anche un miglioramento nel campo dei processori. Infatti, l’ottica in cui si pongono i membri del team di progettazione delle CPU, è quella di fornire a questi processori un sottosistema di memoria che abbia un’adeguata potenza.

Le attuali notizie comunicano che il mercato server vedrà il debutto della nuova piattaforma Haswell-EX. Si tratta di un’architettura multicore, con un numero di core che dovrebbe raggiungere in alcune versioni il numero di 16, per un totale di 64 core per sistemi dotati di 4 socket.

Una domanda da porsi è: Quando vedremo memoria DDR4 in sistemi desktop?

Innanzitutto bisogna considerare che le piattaforme Intel Haswell, tanto attese per il 2013, debutteranno solo nel 2014. Il loro debutto avverrà su una piattaforma socket 1150 LGA in abbinamento ad una memoria DDR3, la quale a sua volta sarà abbinata a processori Broadwell.

Quindi, si presume che questo nuovo modello standard di memoria non sarà introdotto in sistemi desktop prima del 2015.

(Andrea)