Tag Archive: usb


Oggi, con quest’articolo, vogliamo introdurvi all’ utilizzo dei browser nella loro versione portable (senza però consigliarvene o sconsigliarvene l’uso).

Se diciamo che un software è “portatile” in pratica intendiamo che questo può essere installato su una semplice chiavetta USB. Di conseguenza, collegando la periferica ad un qualsiasi computer, il software sarà eseguibile, senza effettuare il setup.

Alcuni browser che possiamo installare sulla nostra chiavetta USB
image from: Chiavetta: http://bit.ly/KJXeHR.
Loghi: http://bit.ly/LweyAI,http://bit.ly/L5pPFj, http://bit.ly/MWJ5qA, http://bit.ly/LxHCV9
Modifica immagine by Alessandro Raso

In base a questa breve spiegazione, emergono i vantaggi nell’utilizzo di un browser portable:
– si esegue una sola volta il setup del programma, anziché tante volte quanti sono i computer con i quali volgiamo utilizzarlo. Sappiamo che quest’operazione che può richiedere diversi minuti.
– può capitare di accedere ad una rete locale dove non ci è consentita l’installazione di un software per la navigazione diverso da quello predefinito. Si aggira però il problema utilizzando il browser già installato sulla nostra periferica.
i preferiti, la cronologia e tutte le impostazioni personali vengono memorizzate sulla chiavetta e si spostano con noi di computer in computer. Si risparmia tempo nell’eventuale copia di dati e si ha un certo  comfort  lavorando sempre con la stessa configurazione del browser. Inoltre se si accede ad una macchina non nostra non c’è rischio di lasciare “in ricordo” dati come la cronologia delle pagine visitate.

Tuttavia esistono anche degli svantaggi:
– un software portable è a tutti gli effetti un programma differente dalla sua versione “locale”; conseguentemente potrebbe non essere altrettanto sviluppato. Potrebbe avere meno caratteristiche, meno strumenti, una grafica peggiore, ecc.
– l’esecuzione di un programma da chiavetta è leggermente più lenta che l’esecuzione da disco rigido.
– un supporto di archiviazione di massa si può smarrire, e con esso tutti i dati salvatici sopra; se viene rimosso durante l’utilizzo del programma questo smette di funzionare;  se dimentichiamo la periferica a casa non ci è possibile usare il nostro browser; si corrono cioè tutti i rischi collegati al normale utilizzo di una chiavetta USB.

Se siete interessati all’utilizzo di un browser portable vi linkiamo le pagine dove potete scaricare le versioni “portatili” esistenti per i più noti programmi di navigazione.
Facciamo riferimento a http://portableapps.com/apps/internet/opera_portable un ottimo sito che, come ci indica il nome, è specializzato nel settore dei software portatili (mantenendo anche un occhio di riguardo per la legalità).

MOZZILLA FIREFOX

GOOGLE CHROME

OPERA

MAXTHON

Per chi avesse notato (e rimpiangesse) la mancanza di una versione portatile di Internet Explorer: dato che non si tratta di un freeware, anche se viene distribuito gratuitamente assieme al sistama operativo Windows. Per tanto non ne esiste una versione gratuita disponibile online (legalmente).
Stesso discorso per quanto riguarda l’accoppiata Safari-Apple (anche se in rete è più facile trovare download gratuiti di questo software).

Questo è tutto, per quello che riguarda l’utilizzo di browser nella loro versione portable. Sperando di avervi introdotto ad una possibilità interessante della navigazione nel web, vi saluto. Al prossimo articolo!

Alessandro Raso.

Annunci

Buongiorno a tutti cari lettori di informaniacs italia, oggi vi vorrei raccontare il funzionamento della garanzia Apple che fino a poco tempo fa smerciava i suoi dispositivi con una garanzia limitata 12 mesi anziché i soliti 24 come imposto dal codice del consumo d.lgs.206/05, in particolare negli articoli dal 128 al 135.

Solo da poco tempo, e in seguito a svariate proteste, Apple ha modificato le sue condizioni di assistenza dei prodotti e come scritto nel suo sitoTutti i prodotti hardware Apple includono una garanzia limitata di un anno e 90 giorni di assistenza tecnica telefonica gratuita” ma subito dopo questo c’è un “*” che rimanda ad un link il quale spiega meglio le varie condizioni riassunte in una tabella.

Image

Praticamente Apple fornisce garanzia di 1 anno e 90 giorni, mentre per i 9 mesi restanti in caso di guasto il consumatore dovrà recarsi nel negozio in cui è stato acquistato il dispositivo (Media World, Euronics o anche il supermercato sotto casa).

Questo ci fa pensare che se si acquista prodotto nuovo conviene comprarlo direttamente in un Apple Store così da avere i due anni di garanzia direttamente da loro!

Vi segnalo inoltre un importante servizio che Apple mette a disposizione dei consumatori intenzionati ad acquistare un prodotto di seconda mano e per mancanza di scontrino fiscale o anche solo per scrupolo possono avere un riscontro informativo sull’effettiva età del proprio telefono inserendo il codice IMEI al seguente link che ci informerà sul periodo rimanente coperto da garanzia.

Fin qui tutto bene, ma se terminato il periodo di assistenza gratuita provate a portare il vostro dispositivo in assistenza vi chiederanno cifre esorbitanti per riparare i vostri prodotti, come per esempio 150 euro per il cambio del tasto home difettoso di un Iphone 4 oppure 200 euro per il cambio del display su Iphone 3g che sono peraltro i componenti più soggetti a rottura (questi dati sonorelativi a conoscenti a cui ho sostituito io i componenti difettosi, pagando circa 15 euro lo schermo e 3 euro il tasto home).

Credo che a questo punto tutti si porgano la domanda “vale la pena spendere tutti questi soldi quando i componenti di iphone, ipad & company costano così poco se acquistati singolarmente su internet e montati a mano da noi stessi?”.

Ognuno è libero di rispondere liberamente alla domanda posta sopra ma per chi pensa come me che un sano “fai da te” spendendo meno di un decimo del prezzo chiesto dall’Apple sia la giusta soluzione dunque il mio intento di oggi è quello di creare una piccola dispensa di videoguide e link utili al fine di aiutarvi nell’assemblaggio di componenti di Apple così da poter sostituire le parti difettose.

– Smontaggio Iphone 3g –

– Guida pratica allo smontaggio iphone 3gs: –

scritta da erkinson.altervista.org

– Sostituzione schero iphone 4 e relativo smontaggio –

– Smontaggio Iphone 4s –

– Smontaggio ipad –

A tal proposito vi consiglio 2mtech come ottino sito in cui acquistare componenti di elettronica (oltre ad ebay ovviamente).

Sperando che le informazioni sopra riportate possano esservi state utili vi lascio con un ultima chicca, ovvero con un articolo di meletta.net su come modificare una semplice prolunga usb per poter caricare il vostro iphone/ipod con tutti i caricatori usb da muro, auto o camper con classica uscita 5volt.

(Rat Guglielmino)